Scenario mondiale

scenario_mondialeIl nostro Pianeta è malato! Il riscaldamento globale, causato dall’effetto serra, sta modificando in modo sempre più catastrofico il clima della Terra. Anche in Italia avvengono devastazioni con cadenza sempre più frequente. Tutto ciò è causato dall’indiscriminato utilizzo di idrocarburi e combustibili fossili, provocato da una sempre più  crescente domanda di energia con una conseguente maggiore emissione di CO2 (anidride carbonica) e gas inquinanti.

E’ stato ormai appurato che le attuali riserve dei combustibili fossili conosciute si esauriranno, ottimisticamente, entro la fine di questo secolo, mentre le bollette energetiche aumenteranno sempre di più, a causa delle continue tensioni geopolitiche e finanziarie internazionali. Nonostante tutto, noi possiamo ancora porre rimedio a questa situazione, utilizzando le fonti rinnovabili disponibili sul nostro territorio e gli scarti delle produzioni agricole ed industriali, riciclando e metabolizzando i rifiuti.

energia-geotermicaTra le fonti rinnovabili riscontriamo l’energia idroelettrica, geotermica, solare, eolica, da biomasse e marina.

Le risorse come la geotermia a bassa entalpia (irradiamento solare sulla crosta terrestre), il fotovoltaico, il solare termico e l’elettrolisi sono praticamente inesauribili. La geotermia ad alta entalpia, la quale si basa sullo sfruttamento del calore naturale della Terra, prodotto da processi di decadimento nucleare di elementi radioattivi contenuti all’interno della Terra,  possiede invece una durata pari a circa 100 milioni di volte il consumo mondiale di elettricità del 2005.

L’Italia è stato il primo Paese al mondo a sfruttare la Geotermia grazie alla costruzione della centrale geotermica di Lardarello che fornisce elettricità a mezza Toscana. Purtroppo, successivamente non sono stati fatti progressi in questo settore, nonostante il territorio sia di origine vulcanica. Infatti, per la produzione di energia si potrebbero sostituire le centrali alimentate da combustibili fossili con centrali geotermiche ad alta entalpia.

Ognuno di noi deve prendere coscienza delle condizioni in cui viviamo e cercare di fare il proprio meglio per migliorare la situazione climatica attuale, a partire da chi è delegato a guidarci, per il nostro presente e per il futuro di chi verrà dopo di noi.